Sake giapponese: sfatiamo qualche mito!

sake

Tutti conosciamo, almeno di nome, il famigerato sake, bevanda giapponese per eccellenza; ma sappiamo davvero di cosa si tratta, come si serve e a quali pietanze andrebbe abbinato? Se volete saperne di più, leggete questa piccola guida, e fate un passo indietro nella storia!

Che cosa è esattamente il sake?

Cominciamo con lo sfatare un mito: il sake, a differenza di quello che pensa la maggior parte dei “non addetti ai lavori”, non è affatto un liquore, ma una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione di alcune varietà particolari di riso, e quindi risulta essere molto più simile ad un vino.

La storia del sake si perde nella notte dei tempi: alcune fonti testimoniano che cominciò ad essere prodotto addirittura nel V millennio a.C. in Cina, mentre le prime testimonianze della sua presenza in Giappone risalgono al III secolo.

Come detto prima, questa bevanda si ricava utilizzando alcune varietà specifiche di riso, la cui fermentazione avviene grazie alla presenza di alcuni microrganismi, e viene innescata dall’aggiunta di un particolare tipo di lievito: questo succede ora, ma all’inizio della sua produzione la fermentazione del sake veniva innescata dagli enzimi presenti nella saliva umana. Millenni or sono la preparazione di questa bevanda era un vero e proprio rito, durante il quale delle ragazze vergini masticavano un miscuglio di riso, castagne, ghiande e miglio.

Solamente fra il XII e XV secolo nei templi buddisti e scintoisti cominciò una razionale produzone di sake con moderne tecniche di fermentazione, produzione che è arrivata fino ai giorni nostri e che ha confermato questa bevanda come una delle più apprezzate, non solo in Giappone, ma in tutto il mondo.

Non uno, ma tanti sake!

Il sake, essendo molto più simile ad un vino che ad un liquore, ed avendo una gradazione alcolica abbastanza bassa (generalmente fra il 13% ed il 16%), risulta estremamente versatile a tavola e si accompagna molto bene a quasi tutte le pietanze, con buona pace di chi ha sempre creduto che andrebbe servito esclusivamente a fine pasto.

Di sake ne esistono davvero moltissimi tipi, vanno serviti a temperature diverse (non solo caldi come molti erroneamente pensano), e si accompagnano a determinati tipi di cibo. Le due varietà principali sono:

  • Il sake normale: è molto simile ad un vino da tavola, è quello prodotto in maggiori quantità.
  • Il sake per occasioni speciali: è ottenuto dalla fermentazione di un particolare riso raffinato (al quale viene tolta la parte esterna del chicco), ed è più ricercato e più costoso.

Il sake normale, quello che di solito viene consumato “a tutto pasto”, viene servito ad una temperatura intorno agli 8°C, esattamente come molti vini bianchi, e come questi ultimi, a seconda delle sue caratteristiche, viene abbinato a pietanze diverse:

  • I sake dal sapore più delicato sono perfetti in abbinamento a pesce e verdure.
  • Quelli dal gusto più corposo accompagnano molto bene carni alla griglia e stufati.
  • Quelli non filtrati si abbiano ai formaggi erborinati, e quelli molto invecchiati (caratterizzati da un retrogusto di mandorla) sono ideali con foie gras e patè.

Che ne pensate? E’ forse giunto il momento di cominciare a “riconsiderare” il sake e trattarlo come quello che è, ossia un vino estremamente versatile, ideale per accompagnare tutto il pasto, con buona pace di coloro che si affidano alle leggende metropolitane?

Le Asiatique: un angolo di Oriente nel cuore di Roma.

sake le asiatique

In Largo di Fontanella Borghese, nel cuore antico della Capitale, Le Asiatique è divento il ristorante “fusion” di riferimento per tutti coloro che vogliono prendersi una pausa dal tran tran quotidiano: varcata la soglia vi troverete catapultati in una dimensione parallela, dove il tempo sembra essersi fermato, a cavallo fra presente e futuro, in un “non luogo” dove Oriente ed Occidente si incontrano, si sfiorano, si toccano, in una contaminazione di sapori, odori e colori.

Lasciatevi accogliere dal raffinato cocktail bar all’entrata, addentratevi nelle “japanese rooms”, assaporate le nostre specialità in cui il meglio della cucina asiatica si fonde con i più ricercati sapori mediterranei, provate un menu che è sempre una sorpresa..

Prenotate il vostro tavolo: siamo aperti tutti i giorni pronti a guidarvi in un viaggio culinario “a tutto tondo”…

 

Share this:

Posta un commento

I campi di nome e email sono obbligatori. La tua email non sarà pubblicata.